Intervista a Daniel Schäfer

Dicembre 27, 2019
Posted in News
Dicembre 27, 2019 PhotoFoyer
About

Intervista a Daniel Schäfer
di Maria Chiara Antonini

Daniel Schäfer è un fotografo tedesco che vive tra la Germania e la Spagna. Dopo un passato da modello e studi di management, decide di dedicarsi alla fotografia di interni. La sua passione per i viaggi lo porta ad accettare costantemente lavori nelle città più diverse del mondo, fotografando le case più diverse. Ma cosa rende una casa così interessante da essere pubblicata su una rivista? E come reagisce davanti alle sfide del suo lavoro? Ecco cosa ci ha raccontato

About
Daniel Schäfer per Photofoyer

Come sei diventato un fotografo?

Sono nato nel 1978 in Germania, ho studiato industry management e ho iniziato a lavorare come modello. 20 anni fa ho acquistato la mia prima fotocamera analogica, che da allora non manca mai nei miei viaggi. Adoro catturare vita, forme, colori e composizioni architettoniche, e il mio amato nonno mi aveva suggerito di fare un calendario annuale sui miei viaggi. Ad un certo punto, ho sentito che volevo concentrarmi sulla fotografia e ho ricevuto le mie prime offerte di lavoro.

Sfide e rischi, ma anche soddisfazioni del tuo lavoro?

Fare un ritratto per me è sempre la sfida più grande, perché la riuscita dipende molto dall’intesa che riesci a creare con l’altra persona, dalla scelta delle condizioni di ripresa e talvolta anche dal pochissimo tempo che hai a disposizione. La soddisfazione è se le persone sono contente del risultato. Mi piace e ho sempre bisogno della sfida, e forse grazie al fatto di avere un background nelle arta marziali non mi arrendo mai, fino a quando non sono felice del risultato.

Come trovi nuovi interni da fotografare e come li scegli?

Il più delle volte sono le riviste stesse o i miei clienti che mi chiedono di fotografare una casa o un nuovo progetto. In parallelo svolgo una costante ricerca di sempre nuovi interni interessanti, ricevendo informazioni anche da interior designer e da architetti, che vogliono pubblicare i loro lavori più recenti.

Quali sono gli ingredienti che rendono una casa interessante tanto da essere pubblicata da una rivista di design?

A rendere una casa o un appartamento interessanti penso che sia un mix di carattere personale dato dal proprietario o dall’interior decorator, elementi di architettura e di design, oltre che dettagli decorativi. Ovviamente ogni rivista ha poi il suo stile.

Raccontaci una delle avventure che ti è capitata mentre lavoravi come fotografo?

Ogni tanto ci sono delle piacevoli sorprese nel mio lavoro. Una volta sono andato a fotografare un negozio di moda in un centro commerciale a Detroit. Sono sempre stato molto curioso della città per la sua storia e il suo background musicale. Così decisi di arrivare il giorno prima in treno da Chicago. Arrivato in città incontrai per caso un ragazzo, che poi si offrì di farmi da guida in giro per la città. Alla fine della giornata andai in uno degli hotel più iconici di Detroit: The Leeland Hotel. Ci fu un problema con l’ascensore e provai un sentimento di insicurezza, dopo aver invece provato il gusto dell’avventura e della scoperta. Fu un giorno magico e ne sono ancora molto grato. Adoro quando la vita ti sorprende.

© Tutti i diritti riservati all’autore

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,